Nomi armi Mizutsune


#1

I nomi delle armi di Mizutsune sono spesso in giapponese e sono molto interessanti, perché derivano da poesie giapponesi. Cerchiamo di scoprire insieme da dove provengono.

Nota: ho fatto del mio meglio per le traduzioni, ma non prendetele come sicuramente corrette al 100%

Spadone: Hanayako Yohino

Descrizione: Spadone di un samurai colto e raffinato. I petali fioriscono con la morte.

Commento: Sembra derivare da un antico poema attributo a Taira no Tadanori:

「行きくれて木の下かげを宿とせば花やこよひの主ならまし」
ikikurete ki no shita kage wo yado to seba hana ya koyohi no aruji naramashi
Il giorno di viaggio volge al termine. Se prendiamo alloggio all’ombra dei ciliegi, i fiori stanotte saranno i padroni di casa.


Spada lunga: Kakaru Kumo Naki

Descrizione: Katana di un eroe di guerra samurai. Splendida e letale in egual misura.

Commento: Sembra derivare da un poema attribuito a Uesugi Kenshin:

「極楽も地獄もさきは有明の月ぞ心にかかる雲なき」
gokuraku mo jigoku mo saki wa arimei no tsuki zo kokoro ni kakaru kumo naki
Non importa se sarà paradiso o inferno, perché il mio cuore è privo di nubi, come la luna che rimane all’alba


Spada e scudo: Hana no Nagoriwo

Descrizione: Eleganti ventagli usati da samurai dalla smisurata e incontestabile lealtà.

Commento: Sembra derivare da un poema di Asano Naganori:

「風誘う 花よりもなお 我はまた 花の名残を いかにとやせん」
kaze sasou hana yori mo nao ware wa mata hana no nagori wo ikani to yasen
Io che mi rammarico della mia partenza più dei fiori chiamati dal vento, cosa dovrei fare?


Doppie lame: Alba mattutina

Descrizione: Radiose e raggianti all’alba, quste lame assicurano prosperità a chi le brandisce.

Commento: in giapponese sarebbe akatsuki no sora, ovvero “cielo all’alba”


Martello: Martello di purezza

Descrizione: Martello lasciato in eredità da una principessa che disperse il male e riportò la pace.

Commento: In giapponese sarebbe tsuki wo izanai, che proviene da un poema attribuito a Kasuga no Tsubone:

「西に入る 月を誘い 法をへて 今日ぞ火宅を逃れけるかな」
nishi ni iru tsuki wo izanai noriwoete kyou zo kataku wo nogarekeru kana
Chiamando nel mio cuore la splendida luna che tramonta ad ovest, entrando nella via del Buddha sono riuscita oggi a fuggire da questo mondo pieno di sofferenza


Corno da caccia: Campana poetica

Descrizione: Elegante campana perduta da un celebre stratega. Il suo timbro cristallino attira la morte.

Commento: In giapponese è koto no ha nakute, che deriva da un poema di Kuroda Yoshitaka:

「おもひをく 言の葉なくて つゐに行く 道はまよはじ なるにまかせて」
omoi wo ku koto no ha nakute tsui ni iku machi wa mayohaji naru ni makasete
Senza rimorsi, senza parlare, lasciate che parta, senza che mi perda


Lancia: Hana mo Hana Nare

Descrizione: Come petali nel vento, questa lancia ricorda a tutti la natura effimera della vita.

Commento: Deriva da un poema di Hosokawa Garcia (Hosokawa Tama):

「散りぬべき 時知りてこそ 世の中の 花も花なれ 人も人なれ」
chirinu beki toki shirite koso yo no naka no hana mo hana nare hito mo hito nare

[traduzione libera] Proprio perché sia i fiori, sia gli uomini sanno quando sfioriranno, lasceranno la loro bellezza in questo mondo


Lancia-fucile: Ukiyo no Yamiwo

Descrizione: Splendida lancia-fucile. Un tempo proprietà di un samurai, luccica al chiaro di luna.

Commento: Deriva da un poema attribuito a Date Masamune:

「曇りなき 心の月を 先だてて 浮世の闇を 照らしてぞ行く」
kumori naki kokoro no tsuki wo sakidatete ukiyo no yami wo terashitezo yuku
In questo mondo di oscurità senza nubi affidandomi alla luce della luna in me illumino la mia strada


Spad-ascia: Amorevole addio

Descrizione: Elegante spad-ascia perduta da una splendida fanciulla. Emette un suono terrificante.

Commento: In giapponese è wakare wo sasou, che sembra derivare da un poema di Shibata Katsuie:

「さらぬだに 打ちぬる程も 夏の夜に 別れを誘う ほととぎすかな」
[i]saranuda ni uchinuru hodo mo natsu no yoru ni wakare wo sasou hototogisu kana
Nonostante ciò, le notti estive volgono al termine. È forse un cuculo che chiama l’addio?



Spad-ascia caricata: Trapano Mizuniya

Descrizione: Elegante spad-ascia caricata che tende a macchiare di rosso le vesti delle sue vittime.

Commento: in giapponese sarebbe mizu ni yadoreru, che sembra derivare da un poema di Ki no Tsurayuki:

「手に結ぶ水にやどれる月影の あるかなきかの世にこそありけれ」
te ni musubu mizu ni yadoreru tsukikage no aruka naki no yo ni koso arikere
L’ombra della luna che abita nell’acqua raccolta dalle mie mani, è tenue e indistinta come questo mondo



Falcione insetto: Alabarda della volpe

Descrizione: Falcione di un guerriero che servì il suo signore fino alla morte. La lama danza nel vento.

Commento: In giapponese sarebbe tsuyu sasou ran, e sembra derivare da un poema attribuito a Torii Kagechika:

「先立ちし 小萩が本の 秋風や 残る小枝の 露誘うらん」
sakidachishi kohagi ga hon no akikaze ya nokoru koeda no tsuyu sasou ran


Balestra leggera: Nebbia desolata

Descrizione: Arma usata da un eroe che portò la pace in una terra devastata. Disperde i nemici come foschia.

Commento: in giapponese sarebbe shizuku to kiyuru, che deriva da un poema di Toyotomi Hideyoshi:

「露と散り 雫と消ゆる 世の中に 何と残れる 心なるらむ」
tsuyu to chiri shizuku to kiyuru yo no naka ni nan to nokoreru kokoro naru ramu


Balestra pesante: Cannone cirro

Descrizione: Balestra porodotta da una tribù guerriera. I suoi colpi fanno diradare la nebbia più fitta.

Commento: In giapponese è harai ni kerina, che deriva da un poema di Hōjō Ujimasa:

「雨雲の おほえる月も 胸の霧も はらいにけりな 秋の夕風」
amagumo no ohoeru tsuki mo mune no kiri mo harai ni kerina aki no yuukaze
Vento serale d’autunno, spazza via le nuvole che oscurano la luna, e la nebbia che oscura il mio cuore


Arco: Pioggia benedetta

Descrizione: Arco di una principessa che lottò per amore. Le sue frecce sgorgano come acqua di fonte.

Commento: In giapponese è tsuyu no tama no o, che deriva da un poema di Lady Hōjō:

「黒髪の 乱れたる世ぞ はてしなき 思いに消ゆる 露の玉の緒」
kurokami no midaretaru yo zo hateshinaki omoi ni kiyuru tsuyu no tama no o
In questo mondo senza fine scompigliato come capelli neri, senza fine i miei pensieri spariscono, come fili di gocce di rugiada


#2

Ma che figata!


#3

I ragazzi del team di localizzazione hanno fatto un buon lavoro, ma complimenti a Capcom per l’idea originale ed elegante.


appuntato #4

#5

Penso siano davvero le armi più ispirate e belle da vedere di tutto il Generations, davvero brava Capcom
e bravo il nostro Draco che ci delizia con queste perle di cultura orientale.
(però mi fai sentire vuoto senza la traduzione per il Falcione Insetto e per la Balestra Leggera)