La Lore di Path of Exile


#1

Come molti di voi sanno, sono un appassionato di Path of Exile, è un gioco che mi piace tantissimo, purtroppo però non è un GDR che spiega a pieno la storia, benchè sia tutta raccontata a fondo nei monumenti sparsi per il mondo.
Come ogni RPG anche PoE ha la sua lore, complicatissima perchè non esplicata come in tanti altri rpg, ma facilmente ricostruibile attraverso i discorsi degli npc e tramite i vari monumenti e/o altri oggetti della lore sparsi per Wraeclast. La storia che noi affrontiamo nel gioco è conseguenza di ciò che avvenne nel mondo 300 anni prima.
Evitando di tirarla troppo per le lunghe, le cose importanti da sapere sono che:
I fatti narrati hanno come riferimento nelle date il prima e il dopo la fondazione del primo Impero su Wraeclast, indicato come IC o Imperialus Conceptus all’interno del gioco.
La civiltà più antica conosciuta sono i Vaal, fautori di diverse costruzioni nell’isola come l’Ancient Pyramid e il Vaal Temple, e riconosciuti come i primi utilizzatori delle Virtue Gems, le gemme che danno le abilità ai nostri pg. Da loro nascono le Vaal Gems.
Nonostante fossero una civiltà pacifica, praticavano sacrifici umani, utilizzando il sangue delle loro vittime come elisir per l’immortalità.
L’ultima traccia della dinastia risiede in Doryani, probabilmente l’artefice dei costrutti, come il vaal oversoul, e nell’immortale Regina Atziri.
Benchè non sia verificato nel gioco, si pensa che i Vaal avessero tecniche taumaturgiche simili a quelle di Malachai dell’epoca Perandus.
La civiltà Vaal cessa di esistere nel 400 BIC, esattamente 500 anni dopo l’arrivo su Wraeclast della civiltà Azmeri. Nonostante i Vaal li abbiano istruiti alla civiltà, non hanno mai svelato il loro segreto riguardante le gemme incastonate nelle loro sfarzose armature (citazione dal gioco, mi sembrava bella).
Dopo 400 anni di nulla per quanto racconta la storia, si ha il primo Impero, indicato come anno 1 IC.
Wraeclast è stata, successivamente, teatro di diverse battaglie per la successione del trono da imperatore, passando dalla dinastia Lurici alla dinastia Phrecia nel 35 IC.
Le prime note dopo quella dinastia risalgono a 1300 anni dopo, con l’inizio della dinastia Perandus nel 1319 IC con a capo Chitus Perandus, successo all’ultimo imperatore Phrecio, Izaro.
Tale Izaro, incapace di costruire una reggia che onorasse il suo nome, a seguito di alcune letture su i metodi di Ascensione degli Azmeri, fece costruire un percorso che una volta completato avrebbe decretato il suo successore. Tale percorso venne chiamato The Labyrinth e venne completato da Chitus con l’aiuto di suo zio Cadiro Perandus che ne comprò i progetti durante la costruzione.
La prima istituzione dei Perandus, con sede nella florida città di Sarn e comandata da Chitus, imprigionò Izaro all’interno del Labyrinth per il resto della sua vita.
Durante la dinastia Perandus, un taumaturgo di nome Maligaro creò nel suo laboratorio all’interno delle Chamber of Sins delle gemme della virtù sintetiche tramite iniezione di essenza attraverso un meccanismo chiamato Maligaro’s Spike. Prima della sua morte dovuta al decadimento caotico del suo corpo e della sua mente, Maligaro creò la Baleful Gem, esclamando al popolo che grazie ad essa avrebbe vissuto per l’eternità.
Il successore di Maligaro fu Malachai, un altro taumaturgo, che sperimentava le gemme della virtù trapiantandole direttamente all’interno delle cavie, chiamate Gemling, e otteneva molti più successi del suo predecessore. Il suo più grande successo venne con la donazione da parte di Chitus della sua un tempo amata Dialla, divenuta prima miglior cavia e miglior esperimento al punto da essere chiamata Gemling Queen, poi amante di Malachai.
Mentre l’impero cresceva di prosperità e fama grazie alla ricchezza dei Perandus e all’esercito di Gemling fornito da Malachai, all’esterno dell’impero si creavano le prime ribellioni formate dalle razze non native di Wraeclast:
Karui, Ezomytes e Maraketh.
Agli inizi del 1333 IC, le razze ribelli si preparavano alleandosi alla guerra imminente per l’assalto all’impero comandati dal templare Voll e dal suo più stretto aggancio all’interno dell’impero, Victario, un semplice poeta.
Victario, essendo un ottimo narratore, un diplomatico e una persona carismatica, aizzò il popolo alla rivolta e ottenne l’aiuto da Rigwald, allora capo degli Ezomytes.
Nel mentre Voll riuscì ad ottenere il supporto dei fieri guerrieri Karui, allenadosi con il Re Kaom, e dei Maraketh, con l’aiuto del loro leader Deshret.
Verso la fine del 1333 IC, i Karui sbarcano alla Coast e assaltano l’avamposto dell’Eternal Legion capitanata da Marceus Lioneye’s presso il Lioneye’s Watch, eliminando gli avversari. Shavronne, facente parte dell’avamposto, scappò non appena informata dell’arrivo dei Karui nella fortezza più vicina, l’Axiom Prison, convincendo il guardiano Brutus a fare esperimenti su di esso per renderlo un avversario degno dei Karui, rendendolo un super-umano. L’esperimento riuscì, ma Brutus, fuori controllo, schiacciò Shavronne con una mano.
Nonostante avessero sbarazzato la legione senza perdite, un evento denominato poi Cataclysm, avvenuto diversi anni dopo, porta la maggior parte dei guerrieri alla follia, portandoli a massacrare e trucidare i propri compagni. Si divisero in due gruppi, capitanati da Hyrri, una giovane guerriera, e da Kaom. Il gruppo di Hyrri tornò alla terra natale dei Karui, il gruppo di Kaom si addentrò nelle Coves e non ne uscì mai più.
L’ultimo giorno del 1334 IC, Voll e la Army of Purity, la sua alleanza militare, assediano la città di Sarn, accompagnato dal comandante Adus di Highgate unitosi alla ribellione nell’ultimo periodo. Chitus schiera l’esercito di Gemling, provando a respingere l’assedio, invano. Ondar, due giorni dopo l’inizio dell’assedio, pugnala a morte Chitus alle porte dello Scepter of God.
Ondar divenne l’eroe dell’Army of Purity, ma durò poco. Venne trovato con la testa tagliata appoggiata sul suo corpo seduto a gambe incrociate nelle fogne della città di Sarn.
Dopo la morte di Chitus, Voll venne incoronato nuovo imperatore.
Nel 1336 IC Voll condannò tutti i taumaturghi a morte, e processò la distruzione delle gemme della virtù. Nonostante questo editto, Malachai riuscì a corrompere l’imperatore con una falsa promessa, ovvero la distruzione della fonte della taumaturgia, la Beast. Creò così il Rapture Device, un’arma in grado di aprire una ferita al mostro permettendone l’accesso e la distruzione dall’interno.
Nel 1339 IC l’impero di Voll cessò di esistere, Malachai riuscì ad entrare all’interno della Beast, assimilarne i poteri e viverci all’interno, protetto da Shavronne, Doedre e Maligaro, rinati grazie alla taumaturgia. Deshret, sacrificandosi, riuscì a rinchiudere Malachai e la Beast all’interno delle miniere di Highgate con una barriera magica sigillata. Tuttavia il risveglio della Beast causò il Cataclysm, una serie di eventi con influenza negativa su tutta la popolazione che mandò Wraeclast in declino.
Dopo 300 anni Wraeclast si ritrova senza civiltà, popolata da popoli di diverse nazioni, orde di non morti dopo il Cataclysm. L’unica figura di riferimento sull’isola è la Corte del Temperamento Divino, presidiata dall’High Templar Dominus, il quale è seguito da Gravicus, generale delle Ebony Barracks e Piety, un tempo taumaturga e prostituta presso Theopolis prima conosciuta come Vinia, ora esploratrice per conto di Dominus. Piety è attualmente l’unica taumaturga in grado di lavorare con le gemme della virtù, che usa anche su se stessa, nonostante non abbia ancora raggiunto i livelli di Malachai.

Spero che vi sia piaciuta, e spero che decidano di farci un fantasy a riguardo :stuck_out_tongue:
Saluti :wave:


#2

Edo hai anche la lore di oriath?