[Guida] Path Of Exile


#1

PATH OF EXILE
Guida alle basi e allo sviluppo del gioco.
V. 0.1 - ITA
Questa guida è scritta da me, dal primo all’ultimo carattere, e la formattazione originale è presente su Google Drive ~ Lasciate un commento per errori e consigli!

INTRODUZIONE

Dopo una breve, ma intensa, riflessione, ho deciso di presentare a chi non lo conosce già, Path of Exile, un ActionRPG (stile Diablo/Torchlight) dove il protagonista è un esiliato (Exile, ndr) e affronta diverse missioni affidategli dai vari NPC nei villaggi principali.
Il gioco è basato su una lore che si ripete in 3 difficoltà differenti, Normal, Cruel e Merciless, le quali, Normal a parte, apportano modifiche al livello, alla vita e ai danni dei mostri, e nel frattempo diminuisce le difese del nostro PG, oltre ad applicare un malus all’esperienza fino ad un massimo di 0% in caso di morte, rispettivamente -5% in Cruel e -10% in Merciless.
Lo sviluppo del personaggio è basato su un albero di sole PASSIVE, ad ogni level up ci viene assegnato 1 punto da mettere nell’albero, fino al raggiungimento del livello 100, oltre ai 100 punti di base, ne vengono dati altri 23 dalle missioni, di cui 3 facoltativi (affronteremo più avanti il discorso).

Dopo questa breve introduzione generale al gioco, vi do il benvenuto su Wraeclast.

Partiamo dal presupposto che in questo gioco non tutti i giocatori sono “BRAVI”, ci si differenzia maggiormente su chi ha esperienza e chi non ha esperienza, e questo fattore è influenzato da tanti aspetti. Non è detto che un giocatore dopo aver raggiunto le 1000 ore di gioco sia diventato un Giocatore con Esperienza, perchè potrebbe non aver ancora capito molte meccaniche del gioco, però parte avvantaggiato su chi è proprio alle prime armi. Le difficoltà del gioco sono tante e varie, morire può capitare a chiunque, ma si può ridurre il numero di volte da 100 a 1 con la fantomatica esperienza.

In aggiunta alle meccaniche complesse e alla, sicuramente, non facile creazione di un buon personaggio, si aggiunge un sistema di economia complesso, mai visto prima, formato da tanti oggetti chiamati currency, estremamente basato su abilità di scambio, investimenti, speculazioni, fortuna e, perché no, di truffe. Non sono un bastardo senza cuore, ma è verificato che se hai il senso degli affari, qui raggiungi la vetta prima degli altri, soprattutto di chi non ne ha.

Detto questo, per chi non lo sapesse restando sempre in tema “economia”, PoE è disponibile in versione Standalone con registrazione e download sul sito ufficiale, o su Steam, il tutto free-to-play, senza p2w o simile, lo shop è solo mtx, compri oggetti estetici senza un fine al gameplay.

Per necessità, consigli e altro, potete aggiungermi su steam cliccando QUI.

Prima di cominciare con una guida approfondita, una piccola nota generale:
PoE è un gioco che dà tanto a chi gli dà tanto, più si gioca e gli si dedica tempo, più si verrà ripagati.

LE BASI DEL GAMEPLAY
NB: POE è un gioco solo in inglese, quindi, per facilitare anche una comprensione migliore applicandola al gioco stesso, da adesso utilizzerò solo termini in inglese per descrivere i contenuti.

Considero fondamentale ai fini del gioco una conoscenza basilare del genere del gioco, soprattutto la parte dell’equipaggiamento. La spada va nella mano, l’elmo in testa, gli stivali nei piedi e i guanti nelle mani. Gli anelli metteteli dove volete.

Abilità / Skills

La parte più importante, e fondamentale, di PoE sono le abilità fornite dalle Skill Gems, attorno alle quali sono buildati i pg, e senza di esse si riuscirebbe soltanto a rimanere di fronte ai nemici iniziali colpendoli in testa con un bastone di legno. Le skill gems permettono di lanciare magie, sparare frecce, tirare fendenti da una parte all’altra dello schermo, teleportarsi, creare aure che potenziano gli alleati e/o indeboliscono i nemici ed evocare creature necrotiche, oltre ad avere una fantastica sinergia tra di loro al fine di potenziarsi. Ne viene fornita una subito all’inizio del gioco, ma al 99% dei casi, non sarà di vostro gradimento e cercherete subito una soluzione migliore; non preoccupatevi, ce ne sono a dozzine di soluzioni e ognuna ha un effetto e un sistema di potenziamento unico a se stessa. Un pg tendenzialmente utilizza 1, massimo 2, abilità da DPS, le altre possono essere aure o potenziamenti temporanei, ma non di più, per non occupare tutti gli slot dell’equip.
Per sfruttare al meglio queste abilità dovrete attaccarci delle Support Gems, fondamentali per aumentare i DPS, l’Attack Speed o la Cast Speed della vostra skill.
Però, c’è sempre un però, perchè queste abbiano un vero effetto positivo sulle vostre skill, dovranno essere LINKATE e cioè avere 2-3-4-5-6 SOCKETS (castoni) uniti tra loro da una barretta. Ottenere 5-6 link in un’armor o in una 2h-weapon, sarà peggio di una sessione universitaria estiva o di un rientro pomeridiano a scuola con il vostro peggior professore, purtroppo sarà essenziale al fine di alcune build. In merito a socket, link e build dei pg, ci torneremo dopo, rimaniamo sul personaggio.

Albero delle Passive / Passive Skill Tree

Ci siamo, questo è uno degli aspetti più importanti, insieme alla sua abilità primaria, di un personaggio. Chi non ha giocato a Final Fantasy X sarà la prima volta che si scontra con questo sistema di potenziamento dei personaggi, ma ne rimarrà piacevolmente colpito, sempre che riesca a comprendere a pieno le sue funzionalità. A primo impatto sarà un pugno negli occhi, troppi pallini, troppe cose, poca voglia di leggere. Non li ho contati, e credo che nessuno ne abbia avulo la voglia, ma ci sono più di 1000 punti abilità all’interno dell’albero e la cosa stupenda è che ne potrete usare solo 120-123! Non è magnifico?

Partiamo dalla parte importante delle passive, la difesa.
La difesa è il miglior attacco, si può vincere con 1 DPS e 100.000 di vita, ma si perderà sempre con 100.000 DPS e 1 di vita. La parte principale dello sviluppo del personaggio è, era e sarà, la sua capacità di rimaere in vita all’interno di un combattimento, discorso valido sia in Softcore che in Hardcore, dove la vita è una sola e non bisognerebbe morire nella prima mappa.
Il potenziamento delle statistiche è suddiviso in flat e %, dove flat è un valore fisso (es. 1-10 physical damage / +10 maximum life) e % è un valore che va a SCALARE il valore fisso. Inutile dire quanto siano entrambi importanti, C’è da dire però che il valore fisso è più facile da prendere ad esempio sull’equip rispetto allo skill tree, e quindi ci si concentra maggiormente sul valore % della vita, così da scalare quello guadagnato sull’equip. Di media si prende un 150%-200% di maximum life per assicurarsi una buona survivability.
Esistono condizioni particolari come Chaos Inoculation (CI) e LowLife (LL) che alterano lo status della vita, ma è consigliato solo a chi sa effettivamente a cosa va incontro.

Dopo la vita, arriva il danno e, a discrezione della build, può basarsi su Physical Damage, Elemental Damage, Spell Damage e Critical Chance/Multiplier. Per la scelta, bisogna affidarsi alla propria build.
Personalmente per i primi 2-3 pg è meglio affidarsi a delle guide scritte da qualcuno che già sa fare a sviluppare un pg, piano piano, capirete anche voi, analizzando le sue scelte, come funzionano le meccaniche.

Equipaggiarsi / Gearing

Ottimo, siamo già a buon punto. Il nostro personaggio ha finalmente una struttura data dal passive skill tree, ma nel caso in cui abbiate saltato questi brevi consigli non preoccupatevi, potrete recuperare in futuro con le currency.
Dallo skill tree però non è possibile ricavare tutta la survivability del nostro personaggio, per questo bisogna equipaggiarlo al meglio con quello che serve. Un personaggio ben equipaggiato, sebbene non sia il massimo della potenza, eviterà di essere spezzato a metà dai mostri. Per evitare ciò, sarebbe bene seguire la build del pg e procedere passo a passo secondo questa scaletta:
Uniques consigliati - Se nella build sono richiesti determinati oggetti unici, è OBBLIGATORIO, averli, altrimenti si cambia build.
Res a 135% - Le resistenze sono alla base della sopravvivenza, mitigano il danno.
Life - Oltre i 4000, almeno, se il pg è basato su di essa.
ES - Se al posto della life usiamo l’energy shield
Movement Speed - Sugli stivali è obbligo un 25-30% di ms.
5 link item - (armor o 2h weapon)
Jewels - Con rolls affini alla build (Life, damage)
6 link item

Per il resto possiamo affidarci al crafting offerto dai masters, compresa la vita che ci serve sul gear.

Piccola parentesi prima di passare alla prossima macrosezione, esiste un tool, importante quasi quanto il gioco stesso, che è poe.trade. Questo tool/sito permette il trade tra i giocatori, dove il giocatore 1 mette in vendita il suo oggetto A al prezzo X, il giocatore 2 cerca un determinato oggetto su poe.trade e gli cade l’occhio su A, perfetto per la sua build. Contatta tramite whisper il giocatore 1 che lo invita al party, il giocatore 2 entra nell’hideout del giocatore 1, gli propone il trade, gli da X e riceve il suo oggetto A. Fantastico.
DISCLAIMER - È chiaro che si basa di un contratto tra 2 persone a migliaia di km di distanza, bisogna avere un minimo di idee chiare sull’oggetto che si va a comprare e se vale effettivamente il prezzo a cui lo vendono. Per le prime volte, potete rivolgervi a qualche amico che vi dirà se ne vale la pena o no, ma se decidete di testa vostra…

LEVELING

Sicuramente la parte più interessante in ogni rpg che si rispetti è expare, farmare, grindare livelli per potenziare il nostro pg, e il tutto mentre si percorre la storiella del gioco. A molti può sembrare divertente, bella, simpatica, facile e remunerativa (produce guadagno, ndr), ma in realtà non lo è.
Esistono infatti dei contenuti post-campagna, molto più veloci, e che, a parere mio, andrebbero raggiunti nell’immediato, ed è per questo che vi spiego alcuni piccoli trucchetti per evitare di perdere troppo tempo nella campagna, magari non le primissime volte.

Aree

La zona di gioco è costituita da diverse mappe collegate tra loro. Il percorso è lineare, per proseguire nella storia basta andare da una parte all’altra dell’area in cui si è, spesso solamente un’area di transizione, senza storia o eventi importanti, e con l’avanzare delle aree aumenta il livello dei mostri al suo interno.
L’errore più grave che si tende a commettere quando si è alle prime armi, è di cercare tutti i mostri nella zona per ucciderli tutti, pensando così di expare più in fretta. NO. È un pensiero sbagliato, e che fa perdere tantissimo tempo. Il metodo migliore è quello di correre da una parte all’altra della mappa uccidendo solamente i mostri che si trovano sul cammino, senza prendere vie secondarie, salvo errori, e senza cercare di trovare chissà che.

Selezione

La run consiste non solo ad uccidere per forza i nemici che ci troviamo sul percorso, ma anche ad una selezione accurata di chi uccidere e chi no. Ad esempio un gruppo di 5-6 mostri common, benché sia sui nostri passi, non ci deve far storcere il naso, al contrario un gruppetto di 9-10 mostri con all’interno, magari, un rare monster (giallo) , o un gruppo di magic monsters (blu) ci fa gola, perchè queste tipologie di mostri danno come reward maggiore esperienza.

Quest Secondarie

Ci sono una decina di quest secondarie per atto, ma non tutte sono utili ed essenziali. Durante una run ci si dovrebbe concentrare esclusivamente sulle quest che danno come ricompensa gli skill points. Probabilmente le prime volte non sarà facile ricordarsele, ma una volta imparato il giochino, la campagna non sarà più lunga come prima.

Party

Uno dei metodi migliori per rushare gli atti è quello di fare party con altra gente disposta a fare una run.
Tramite le Portal Scroll è possibile aprire dei portali per la città principale dell’atto, nella quale il vostro team potrà entrare e raggiungervi ovunque sia permesso creare portali. Questo favorisce le run in quanto è possibile dividersi sul territorio per svolgere quest primarie e secondarie, dopodiché condividerle con il proprio party, senza il minimo sforzo.

BUILD

Tornando indietro di qualche passo; questo gioco non è facile, c’è un modo giusto e un modo sbagliato di giocare, bisogna fare esperienza. Il peggior modo fra tutti è non ragionare nella scelta dello skill tree, ma, se avete letto anche a tratti questa guida, sarà meno complicato del previsto. Sbagliare lo skill tree rende lo sviluppo e il leveling del nostro pg TERRIBILMENTE difficoltosi e crea un effetto negativo all’impatto tra player e gioco. Grazie al forum ufficiale di PoE e agli utenti che lo frequentano, è possibile avere una miriade di build, io, per voi, ne ho selezionate un paio che spiegano molto bene, passo a passo, ogni aspetto della build, con elementi meccanici e tecnici anche del gioco.

Magie / Spells

I caster (o spellcaster) sono i classici maghi, facili da buildare, necessitano solo di un buon equip, skill gems linkate e uno skill tree con una base solida.

Firestorm Witch
Una delle build più approfondite che ci siano per un caster, spiega molto bene e nei dettagli come funziona la skill utilizzata, firestorm, ed è molto beginner friendly. Non richiede troppa currency per essere fatta, solo un po’ di comprensione, ed è quindi consigliata per chi comincia a giocare come caster.

Bladefall Witch
Molto simile al firestorm come gameplay, purtroppo non approfondita nelle spiegazioni come l’altra, ma nonostante tutto rimane beg friend.

Summons

Summoner Witch
Forse non uno dei più facili da comprendere, ma sicuramente uno dei pg più sicuri in termini di survivability. Il summoner evoca delle creature che combattono al posto suo, evitando così di scontrarsi corpo a corpo con i nemici.
Aggiungo a questa build una spiegazione, dello stesso utente, molto dettagliata riguardo ai minions.
Basic Infos

Ranged

Tornado Shot Ranger
In assoluto la build migliore per cominciare con un arco. Offre tantissime possibilità e spiegazioni approfondite in merito alle abilità utilizzate e al loro funzionamento. Inoltre, se doveste accumulare un po’ di currency, può essere ampliata enormemente per l’end-game.

Melee

Le build più facili in assoluto con cui cominciare sono quelle melee, con la classe giusta, perchè capaci di arrivare a dps molto alti e a difese elevatissime, senza dover spendere molto in termini di currency e di equip.

Cyclone Duelist
Cyclone è il classico whirlwind di ogni rpg, una delle mosse più forti del gioco, nonché la più utilizzata. Dps alti della skill permettono di concentrarsi sulla difesa del pg sia nello skill tree che nell’equip. Viene consigliata una delle axe più forti del gioco, la Atziri’s Disfavour, ma si può utilizzare una qualsiasi 2h axe con physical dps alto.

Earthquake Marauder
EQ è una mossa recente, con meccaniche diverse rispetto a tutte le altre skill melee pur mantenendo dps e clear speed elevati.

TRADING E CRAFTING

Come accennato nell’introduzione di questa guida, PoE si basa un sistema di economia complesso e avanzatissimo, mai visto prima, formato da tanti oggetti chiamati currency, utilizzati sia per il trade con altre persone che per il craft di abilità sull’equipaggiamento.

Orbs

Non c’è oro su PoE, e al suo posto vengono utilizzate le Orbs, dove Chaos Orb ed Exalted Orb hanno il valore più alto, mentre, quelle più basse di valore sono le Scroll of Wisdom. Può capitare di essere attirati da siti che vendono currency per soldi reali. Non fatelo. sono SEVERAMENTE VIETATI, e possono portare al permaban dell’account, quindi alla perdita dei soldi, e, se l’account è stato collegato a steam, ad un Trade ban (comprende tutti i giochi che usano il servizio trade di steam, CS:GO - DotA etc.)

Tornando alle orbs, nonostante il loro valore in termini di scambio, hanno un secondo scopo, molto più importante rispetto al primo: il Crafting. Infatti è possibile utilizzarle sugli oggetti per ottenerne diversi effetti, ad esempio un Chaos può cambiare le mod di un oggetto raro, in modo casuale, un Exalted invece può aggiungere una mod ad un oggetto raro, se possibile, sempre in modo casuale, un Jeweller’s orb, cambia il numero di socket presenti, mentre l’orb of fusing cambia i link tra i socket, entrambi in modo casuale.

La currency più alta di tutte è il Mirror of Kalandra, simbolo del gioco, ed estremamente rara da trovare. Un calcolo molto teorico del drop rate è stato formulato da diversi giocatori in seguito ad alcune dichiarazioni dei creatori del gioco, ecco un paio di numeri:
Ogni volta che si uccide un mostro c’è 1 possibilità su 8 che venga droppata una currency, un exalted ha lo 0,055% di probabilità di risultare come drop. Un mirror ha lo 0,000055 di probabilità.
In media è stimato 1 drop ogni 3 giorni di gioco che per un complessivo di 10mila persone online, corrisponde a circa 1 mirror ogni 45 ore, distribuito casualmente tra tutti i giocatori. Utilizzando la cifra precedente come accurata al 100%, si ha una probabilità di drop del mirror in una media di 180mila ore di gioco, tenendo presente che la probabilità avendo 1 ora di gioco o 180mila, è identica.
La possibilità che la stessa persona trovi 2 mirror è di 1.610^-15. La probabilità di vincere il Lotto è di 5,710^-6. È quindi più probabile vincere 3.562.500.000 di volte il lotto che droppare 2 mirror.

Dopo questa leggera digressione, torniamo alla nostra guida.
Per ulteriori informazioni in merito alle currency, vi rimando alla lista ufficiale Currency - wiki.

Crafting

Il sistema di di craft è molto avanzato e approfondito, non solo per le orbs, ma anche per i forsaken masters, npc che in cambio delle loro missioni giornalieri, donano all’exile delle crafting benches dove è possibile inserire nuovi bonus aggiuntivi ai nostri oggetti.

Il craft è un elemento tendenzialmente end-game, a meno che non servano piccole modifiche al nostro equipaggiamento, come una modifica di stats o una qualche resistenza di basso livello, ed è utilizzato soprattutto per un profitto in termini di currency. Infatti con un buon craft un oggetto può diventare core endgame per molte build. Gli oggetti più usati per il crafting sono gli Harbinger Bow e gli Ambusher Dagger.
Per quanto riguarda la vendita degli oggetti ve ne parlerò in privato.
MAPS

Le mappe sono l’endgame di PoE. Vengono droppate per le prime volte lungo il Merciless, l’ultima difficoltà di gioco, e accompagnano il giocatore dal livello 68-70 fino al 100. La particolarità delle mappe è che fondamentalmente sono items e come tali possono essere moddati tramite gli orbs. A seconda del numero, la tipologia e il quality della mappa, aumenteranno i drop rates al suo interno.
Le mappe sono classificate per Tier e vanno dalla Tier 1, la più bassa, del livello 68, alla T15, la più alta, livello 82. Ogni mappa può droppare fino a 2 tier superiori al suo, e tutte quelle di tier inferiore.

Gli inizi

Inizialmente si affronteranno decine di t1-5, le più semplici considerato il livello in cui abbandoneremo definitivamente la storyline, dovranno essere utilizzate nel map device nell’atto 3, nell’Eternal Laboratory all’interno del Solaris Temple lv2, e all’interno di queste prime mappe potremmo imbatterci in Zana, the Cartographer Master che in cambio della sua primissima missione ci regalerà proprio il map device da posizionare nel nostro hideout.
Le mappe migliori con cui iniziare a prendere confidenza sono la Grotto map e la Tropical Island map, entrambe molto semplici come layout e con un boss non difficile. Seguono Dunes, Crpyt e Pit map, dove le prime due hanno boss facili, ma un layout pessimo, mentre la terza ha un layout molto bello, ma un boss abbastanza tosto, le prime volte.

Tier 7+

Mappe di T7-8 cominciano a diventare rare, vengono droppate di rado dai tier precedenti. e bisogna pensare di utilizzare sopra di esse delle Alchemy Orb per farle diventare da normali a rare, ed eventualmente utilizzare un chaos orb per cambiare le mod che non ci piacciono. Dalla T10-11 in poi è consigliatissimo farlo oltre ad aggiungere alla mappa del quality, utilizzando i Cartographer’s Chisel. Con molta probabilità, all’interno di una t11-12 con bonus altissimi, non dropperete niente di utile e vi piangerete addosso.

Dried Lake

Il Dried Lake è la seconda mappa dell’atto 4 e in merciless raggiunge il monster level 67, esattamente 1 livello sotto alle mappe di tier 1, ma dato il Pack Size dei mob, è comunque meglio di qualsiasi T1 sopraelencata, sebbene leggermente più difficile, però è sicuramente un ottimo metodo per testare il nostro personaggio. Se si è in grado di finire un’intera dried lake senza morire, si può cominciare a mappare.

AMICI, GILDE E PARTY

La parte social di ogni RPG con una grandissima fetta di PvE è presente anche su PoE sotto diversi aspetti, vantaggiosissimi se sfruttati al meglio.
In questa guida non volevo fare riferimenti alla chat di gioco, però è molto utile sotto certi punti di vista. Oltre ai classici idioti che ad ogni domanda risponderanno “Google” o “Worthless, give it to me”, ci saranno anche persone disposte a darvi una mano, persone da tenere in memoria e quindi, in quel caso, aggiungere alle proprie amicizie.
Una delle chat globali più famose è la /global 820 (basta scrivere così per entrarci), ed è uno dei canali più popolati in ogni lega essendo il canale ufficiale aperto a tutti di Reddit.

Friend List

La lista amici è il nostro facebook, vediamo quando i nostri amici sono Online, quale personaggio stanno usando, quale lega stanno giocando ed eventualmente il loro Status Social. Questo status social, oltre ad essere utilizzato per far sapere se è stato trovato un oggetto di notevole valore o il raggiungimento di uno scopo personale, è utilizzato da molti anche per dei trade e delle richieste ristrette alle amicizie. Lo status è visibile anche quando l’amico è offline.
Da tenere in considerazione che una riga di testo pop-up ci avviserà quando l’amico va offline, online o quando cambia il suo social status.

Guilds

La funzione principale di una gilda è quella di condividere in tempo reale tutte le notizie, informazioni e richieste con i propri compagni. A differenza della lista degli amici, la gilda ha una chat personale dove poter parlare, mostrare oggetti e condividere mappe da fare insieme.
Il canale per cercare una gilda è il /global 100, purtroppo molte gilde non accetteranno di far entrare persone nuove al gioco.

Party

Oltre ai parti riservati, creati invitando amici ad unirsi a voi, si potranno creare dei parti pubblici, visibili in ogni città principale dei vari atti in una board. I party pubblici però non sono quasi mai utilizzati per giocare, ma vengono utilizzati per vendere oggetti rari, ed è un bene controllare spesso le board per non perdere delle occasioni uniche!
I party possono differenziare nel metodo di raccolta degli oggetti:
Permanent Allocation, indicato con una mano verde, è il classico “il drop è di chi lo droppa”.
Short Allocation, indicato con una mano gialla, assegna il loot ad un player, ma se non viene raccolto diventa disponibile a tutti.
Free for All, indicato con una mano arancione, il loot non viene assegnato ed è possibile a tutti prenderlo.
Indubbiamente il migliore è il PA.

FARE SOLDI

Ci sono infinite probabilità di ritrovarsi “poveri”, senza currency di valore e quindi incapaci di sviluppare al meglio il vostro pg. Nessun problema, è qui che arriva il bello, ed la spiegazione terra-terra del nome scelto dagli sviluppatori per il team “Grinding [for] Gear Games”.

Dried Lake

Ancora loro, sempre loro, soprattutto loro, i Dried Lake. Oltre alla quantità di exp donata da questo fantastico posto, c’è una piccola, ma da tenere in considerazione, possibilità di farm di oggetti unici e di una cartina dal nome The Brittle Emperor, droppato dal boss della zona, che può essere venduto a ben 2 exalted.
Ci sono 2 modi per farmare questa mappa, variabile a seconda delle caratteristiche del personaggio.
Se il pg è dotato di una considerevole move speed, data anche dalla skill Whirling Blades, ed è in grado di uccidere il boss in pochissimo tempo, il metodo migliore è la fast run verso il boss, ucciderlo, raccogliere l’eventuale drop, e uscire dalla mappa con un portale. In caso contrario, dovessero mancare i requisiti sopracitati, farmate la zona senza mai voltarvi, arrivate al boss, e tornate verso l’entrata senza seguire la stessa strada. Il bello delle dried lake è di essere una mappa quasi circolare, partendo dall’entrata e seguendo i bordi della mappa si può trovare Voll (il boss) e continuando per il perimetro, ritornare all’entrata senza mai smettere di uccidere mobs.
In caso di mancanza, o poca voglia di spendere, delle portal scroll per tornare in città, se si è in possesso di una connessione buona e un pc che regga bene il gioco, si può tornare alla schermata di scelta del pg e rientrare subito, risparmiando, forse non il tempo, ma sicuramente le scrolls.

Map

Le mappe sono in assoluto il sistema migliore per trovare oggetti molto rari grazie all’aggiunta di bonus casuali che ne aumentano anche la quantità di oggetti trovati.
I due valori che influenzano i drop sono Item Rarity e Item Quantity, e il migliore dei due è IQ, in quanto più oggetti vengono droppati, più alte sono le probabilità che un oggetto raro esca dal drop, aggiungendo anche item rarity, aumentano ancora di più queste possibilità.
In questo caso non si parla solo di items, ma anche di currency.

Best Vender Recipes

Farmando oggetti nelle mappe si entra spesso in possesso di oggetti rari inutili che a parere di tutti sarebbero da buttare via, ma questa notizia vi aiuterà a
liberarvi dell’immondizia in modo pulito
riciclare e rendere il mondo un posto migliore
Esistono infatti delle recipes, ovvero combinazioni di oggetti che venduti in un certo modo danno currency di valore diverse dai classici shards.

Chaos Recipe

Incredibile che dacosì poco si possa ottenere così tanto. In pratica bisogna raccogliere un’armor, un paio di guanti, stivali, un elmo, due anelli, un amuleto, una cintura e, a scelta, un’arma a due mani o un’arma a una mano e uno scudo o due armi ad una mano. Questi oggetti devono essere:
rari
unidentified, ovvero non conoscere le mod presenti
item level 60-74, per conoscere l’iLvl di un oggetto, premere ALT e passare con il mouse sopra l’oggetto.
Una volta raccolti tutti gli oggetti assicurandoci di rispettare tutte le caratteristiche richieste, basta venderli ad un mercante per ottenere DUE CHAOS ORB.
Questo sistema è molto utile negli start di lega, o se si è alle prime armi nel gioco.
Non preoccupatevi, se volete identificare gli oggetti per trovarne qualcuo utile potete farlo, basti sapere che la ricompensa dello scambio non saranno 2 chaos, ma 1 soltanto.

Jeweller’s Recipe

Questa recipe è molto più semplice, sebbene sia difficile trovare l’oggetto richiesto. Basta vendere un oggetto avente sei sockets, non linkati, per ottenere SETTE JEWELLER’S ORB, dal valore molto più alto di 1 chaos, considerando che è un oggetto solo, bianco.

Chisel Recipe

Durante le nostre esperienze di gioco ci imbatteremo spesso in dei martelli semplici con il nome di Gavel, Rock Breaker o Stone Hammer. Raccogliendoli bianchi, aggiungendo 4 whetstones portando così il quality del martello a 20% e successivamente vendendo il martello e una mappa qualsiasi (T1 consigliate) si otterrà UN CARTOGRAPHER’S CHISEL, ottimo per le nostre future mappe.
Loot Filters

Da un po’ di tempo è stato aggiunto dalla GGG la possibilità di aggiungere esternamente al gioco, in maniera del tutto legale, un documento di testo dove si può impostare un filtro ai drop, in modo da scremare tutti i drop inutili. Consiglio vivamente di guardare il LootFilter by NeverSink, a mio parere uno dei migliori in circolazione.

LABYRINTH

È stato aggiunto nell’ultimo major update, “Path of Exile: Ascendancy”, il Labyrinth, una mappa nuova in stile Hardcore disponibile in tutte le difficoltà separatamente, il quale al completamento dona al pg due ascendancy point utilizzabili nell’ascendancy skill tree all’interno del passive skill tree.

Per ottenere l’accesso al Lab bisogna completare dei trials, che rispecchiano le insidie che si affrontano all’interno del lab. Ci sono 6 trials e si trovano nei seguenti posti:
The Lower Prison (Atto 1)
The Crypt Level 1 (Atto 2)
The Chamber of Sins Level 2 (Atto 2)
The Crematorium (Atto 3)
The Catacombs (Atto 3)
The Hedge Maze (Atto 3)

Una volta completati i 6 trials basterà recarsi a Sarn, la città dell’atto 3, e andare verso la statua sopra le scale per accedere alla nuova zona. Al termine del Lab verremo ricompensati, oltre che con i 2 punti, con la possibilità di aggiungere un bonus a guanti, stivali ed elmo.
Farmare labs può risultare in un guadagno in termine monetario. Infatti è possibile aggiungere bonus anche sugli oggetti unici, rendendoli ancora più preziosi, basta trovare l’elmo adatto ad una build, cercare il bonus facendo il lab e rivenderlo al miglior prezzo possibile.

FEEDBACK

Grazie a chi ha seguito questa guida fino a questo punto. Ringrazio la mia pazienza che mi ha portato a concludere questo progetto e la GGG per avermi dato qualcosa da fare nella vita.
Se volete aggiungermi su steam andate su id/edov93;
Se volete aggiungermi in game cercate edov93;
Se volete condividere questa guida con qualcuno, perfavore, lasciate i link intatti senza modificarli.
Mostratela a tutti i vostri amici!