Get IMBA(lanced)


#1

Salve gente, quelli nuovi non sanno chi sono, i veterani probabilmente non hanno mai fatto in tempo a conoscermi ed in fine qualcuno nel mezzo forse si ricorderà di me.

Comunque, per segnare il mio ritorno temporaneo nell’ambiente social di Monster Hunter, ripropongo a voi una discussione, a mio parere interessante, nata in quel brutto posto chiamato “vita reale” parlando con amici.

Il bilanciamento in Monster Hunter.

Volevo dividere la discussione in due parti:

La prima: per i giocatori di vecchia data, tanto per rievocare i ricordi di quei bei vecchi tempi, dove chiedo quali sono state le combo più devastanti nella storia della saga, un riassunto in breve dei protagonisti (voluti o meno) di ogni titolo: un tipo d’arma più sbilanciato ed abusato? oppure set di armature particolarmente sgravi, elementi pensati male, abilità che non avevano senso o meccaniche di gioco che rendevano la vita più o meno semplice ai cacciatori dell’epoca.

Poi la seconda parte, dove si possono mettere in discussione tutti, anche chi non ha mai toccato un titolo della saga, in quanto più una questione di game design.
Tagliando corto, molto semplicemente, in un gioco strettamente PvE come Monster Hunter o anche altri titoli singleplayer (magari giochi di ruolo più di altri in particolare), qual è l’importanza di avere un buon sistema di crescita o progresso del personaggio, che sia equipaggiamento, aumenti di livello ed abilità o altro?
Preferite un titolo che dia la possibilità di scegliere oppure un titolo che dia “la possibilità di scegliere” (ovvero che comunque mostra in modo palese la via migliore per procedere)?
Sono consapevole che ogni gioco è unico e che ogni caso andrebbe analizzato nel dettaglio, o che comunque non esiste una risposta giusta valida per tutti i giochi.
infatti, semplificare le cose e per evitare di andare troppo off-topic appunto, la domanda scritta qui sopra, applicata strettamente alla saga di Monster Hunter.
Quindi: che ne pensate del bilanciamento in Monster Hunter?
Lo so che ho scritto “tagliando corto” tipo 10 righe fa però vorrei evitare di essere frainteso, comunque la domanda è rivolta più a che significato ha per voi un buon bilanciamento nel gioco piuttosto che un parere sull’effettiva bontà di quest’ultimo nei vari capitoli della saga.

Bene ora tocca a voi, avanti, parliamo di cose, io mi rifarò vivo più tardi.

See ya!

~JokerXCIV :sunglasses:


#2

È un post vecchissimo ma è una discussione interessante, magari qualcun’altro si potrebbe accodare nel parlarne. Sarò breve e coinciso: arma sgrava? Lancia nel primo mh, chi l’ha giocato lo saprà, è storia per chiunque sia un fanatico di mh
Per la seconda domanda dico che il sistema di crescita come molte altre cose deve adattarsi al gioco. Preferisco quando si possono scegliere mille build ma è soggettivo


#3

Finalmente qualcuno che mi caga, non preoccupatevi del necroposting, nel dubbio vado a prendere gli admin a casa (so dove abitano)
<3
Io, guarda caso, in questo momento sto organizzando un’avventura mmo su d&d, facendo molte correzioni e bilanciamenti magari una volta sviluppati certi aspetti condividerò qua e là i risultati


#4

No no ma che necroposting, io lo sto pure seguendo questo argomento :slight_smile: Semplicemente non ho molto da dire ma è una discussione interessante.


#5

Beh, d&d è un esempio di come la difficoltà si debba adattare al gioco! In d&d la difficoltà deve essere bilanciata per non uccidere i pg ma per non fargli la vita troppo facile
Ci sono giochi che si basano sull’essere più difficili possibili (e non parlo dei rage game)
Altri che invece cercano di farti vivere un’avventura senza mai morire. Qualcuno rimembra shadow of the colossus?